News - Archivio

“Pacchetto Famiglia”: l’aiuto di Regione Lombardia

La Regione Lombardia ha istituito un pacchetto di aiuti straordinari legati all’emergenza Covid-19 attraverso una misura denominata “Pacchetto Famiglia“. Tra i contributi straordinari previsti, uno è legato all’acquisto di strumentazione didattica per l’e-learning, oltre che contributi straordinari per il pagamento del mutuo prima casa, il tutto per sostenere le famiglie che si trovano a vivere condizioni di temporanea difficoltà.

Di seguito sintetizziamo chi può beneficiarne e quali requisiti deve avere.

Possono richiedere il contributo le famiglie in cui il richiedente sia residente in Lombardia e per cui si sia verificata a seguito dell’emergenza Covid-19 una delle seguenti situazioni:

  • lavoratori dipendenti: riduzioni pari as almeno il 20% delle competenze lorde relative all’ultima retribuzione percepita al momento di presentazione della domanda rispetto alle competenze lorde percepite nel mese di gennaio 2020;
  • liberi professionisti e lavoratori autonomi: riduzione media giornaliera del proprio fatturato superiore al 33% del fatturato medio giornaliero dell’ultimo trimestre 2019, in conseguenza della chiusura o della restrizione della propria attività operata in attuazione delle disposizioni adottate per l’emergenza Coronavirus;
  • morte di un componente del nucleo per Covid-19.

Le famiglie devono inoltre avere i seguenti requisiti:

  • per il contributo mutui prima casa: almeno un figlio a carico di età inferiore o uguale a 16 anni di età all’atto di presentazione della domanda;
  • per il contributo e-learning: almeno un figlio a carico di età compresa tra i 6 e i 16 anni di età all’atto di presentazione della domanda. È possibile richiedere il contributo anche in presenza di minori in affidamento, se facenti parte del nucleo familiare, con gli stessi requisiti di età.
  • ISEE in corso di validità (ISEE 2020) con valore minore o uguale a 30.000€. Tuttavia, per le famiglie che non hanno l’attestazione ISEE 2020 e che in questo momento hanno difficoltà a raggiungere le sedi dei Centri Assistenza Fiscali (CAF) viene considerata valida anche l’attestazione ISEE 2019 con valore inferiore o uguale a 30.000 €. È inoltre possibile presentare domanda anche nel caso in cui le famiglie non sono in possesso di nessuna delle due intestazioni: in questo caso la conclusione dell’istruttoria è sospesa fino alla presentazione dell’ISEE 2020 da parte del richiedente da trasmettere al massimo entro 90 giorni dalla protocollazione della domanda, pena inammissibilità della stessa.

A partire dalle ore 12.00 del giorno 4 maggio 2020 e fino alle ore 12.00 dell’11 maggio 2020 sarà possibile fare richiesta dei contributi a Regione Lombardia attraverso la piattaforma informativa Bandi online raggiungibile all’indirizzo http://www.bandi.servizirl.it.

Per tutte le informazioni relative al bando è possibile consultare il sito della Regione a questo indirizzo: https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioBando/servizi-e-informazioni/cittadini/persone-casa-famiglia/famiglia-e-minori/pacchetto-famiglia.ffl/pacchetto-famiglia.ffl